Category: Ricette


CROSTATA MORBIDA AL CIOCCOLATO

Le settimane dopo pasqua sono dedicate al riuso del cioccolato avanzato, si sa. Quindi ecco una ricetta per iniziare a "smaltire" le uova di cioccolato che girano per casa. La crostata morbida al cioccolato è semplice da fare e potete ovviamente usare il cioccolato che piu preferite (fondente, latte, le uova kinder dei piu piccoli=)).
Noi abbiamo fatto un mix per accontentare tutti=) 

 

INGREDIENTI PER LA BASE MORBIDA:   

3 UOVA MEDIE
150 GR DI ZUCCHERO
100 GR DI CIOCCOLATO FONDENTE
40 GR OLIO DI SEMI
100 GR DI FARINA "00"
75 GR CIOCCOLATO 

INGREDIENTI PER LA COPERTURA:

200 GR CIOCCOLATO 
200 ML DI PANNA FRESCA
50 GR DI BURRO

Iniziamo sciogliendo a bagnomaria il cioccolato e mettendolo da parte. In una ciotola montiamo le uova e lo zucchero, una volta montate aggiungiamo a filo il cioccolao fuso e mescoliamo il tutto. Quando sarà incorporato iniziate ad aggiungere a cucchiaiate la farina precedentemente setacciata per evitare la formazione di grumi=)
Ora aggiungete il restante cioccolato tritato (i 75 gr), scegleite voi se volete fare una torta tutta con fondente o fare come noi ed usare anche cioccolato al latte=)

Non rimane che versare il composto in una tortiera e metterlo in forno a cuocere. Per questa ricetta noi usiamo uno stampo per crostate con bordo scanalato; in gergo viene chiamato "stampo furbo", vi consiglio di utilizzarlo perchè poi, una volta cotta, girandola, rimarrà lo spazio per inserire la ganache al cioccolato della copertura.
infornate quindi, dopo aver imburrato e infarinato (in questo caso noi utilizziamo cacao al posto della farina) la tortiera. 180°C per circa 20 minuti con forno statico.
Una volta pronta dovete lasciar raffreddare completamente la base per evitare di romperla mentre la capovolgete. Mentre aspettiamo facciamo sciogliere a bagnomaria burro, cioccolato e panna per fare la ganache. Una volta pronta riversiamola all'interno della crostata e aspettiamo mezz'ora per farla raffreddare.
Potete servire la crostata lasciandola al naturale oppure montando un po di panna per accompagnarla. Direi che anche per questa settimana la diea possiamo iniziarla lunedì prossimo=)

Buona ricetta=)

 

 

READ POST

PAIN AU CHOCOLAT

Questa ricetta non è delle piu veloci ma i saccottini appena sfornati non hanno prezzo! Sono il risveglio dei miei sogni e come avrete gia capito ne vado pazza!
Svegliarsi al mattino con il loro profumo che innonda la casa è una gioia per tutta la famiglia=) Sono piccoli e soffici rettangoli di pasta lievitata e sfogliata con un ripieno di cioccolato al quale non potrai mai resistere! Soprattutto quando inizierai a sentire i pezzetti di cioccolato sciogliersi sul palato. Come sempre la pasticceria francesce ci fa sognare! Potete anche cambiare la farcitura con marmellata o qualsiasi altra crema ma noi non ci riusciamo, per noi i saccottini sono intoccabili=)

INGREDIENTI:  
(per ca. 10 saccottini)

175 GR FARINA MANITOBA
325 GR FARINA 00
100 GR BURRO a temperatura ambiente
60 GR ZUCCHERO
12 GR SALE FINO
10 GR LATTE IN POLVERE
7 GR DI LIEVITO DI BIRRA SECCO
230 ML DI ACQUA FREDDA
250 GR BURR FREDDO (per la sfogliatura)

I saccottini sono buonissimi ma per prepararli bisogna armarsi di pazienza! Si sa la sfoglia ha bisogno di tempo e di mani esperte! Prima di iniziare assicuratevi di avere tutti gli ingredienti a portata, per quanto rigurda il latte in polvere anche se ora non è piu cosi difficile da recuparare dei supermercati se volete provare la ricetta e vi manca nessun problema! La sua fuzione è quella di donare all'impasto quel sapore particolare ma anche senza verrà buonissimo=)
Iniziamo a sciogliere il lievito di birra secco in metà dose di acqua (anche qui, se non avete questo tipo di lievito potete usare 25 gr di lievito di birra fesco); nell'altra metà dose di acqua mettete il sale e mescolate fino a quando non sarà solubilizzato. Uniamo in una ciotola la manitoba, la farina 00, lo zucchero e il latte in polvere. Una volta mescolati uniamo anche il lievito precedentemente sciolto in acqua ed il burro ammorbidito.
Iniziamo  a impastare con le mani o, in alternativa, se avete un impastatrice, con la foglia a media velocità. Pian piano aggiungiamo a filo l'acqua e sale. Quando l'impasto sarà omogeneo iniziamo ad impastare per 10-15 minuti con movimenti decisi. Se usate l'impastatrice impastate con il gancio per circa 8-10 minuti fino a quanto l'impasto rimarrà attaccato al gancio anzichè alle pareti della ciotola.
Quando l'impasto sarà pronto versatelo su una spianatoria infarinata e lavoratelo fino a renderlo liscio e iniziate a dare la forma rettangolare del panetto con un mattarello. Avvolgete ora l'impasto nella pellicola e lasciatelo riposare per almeno 2 ore in frigo. Passate le due ore tiratelo nuovamente con un mattarello fino ad arrivare alla misura di 45*25 con uno spessore di ca. 8mm. Il mio trucco è quello di tagliare un rettangolo di misura di carta forno cosi da raggiungere piu facilmente la misura corretta.
Questa è la fase cruciale del tutto=) ora inizia la sfogliatura. Per far si che il tutto risulti al meglio dovete lavorare l'impasto ad una temperatura che non superi i 20 gradi. Predete il burro dal frigo e aiutandovi con due fogli di carta forno stendetelo formando un rettangolo delle dimensioni di metà sfoglia (25*20). Se il burro diventa molle mentre lo lavorate mettetelo in frigo e aspettate alcuni minuti prima di riprendere la lavorazione=)
Mettete poi il burro sulla parte inferiore della sfoglia e ripiegatela fino a quando il burro sarà completamente ricoperto. Girate di 90° il foglio in modo da avere l'apertura sul lato destro. Aiutandovi con le dita chiudete il lato e tirate nuovamente la pasta portandola alle dimensioni precedenti  fino a che lo spessore non sarà di 6/7 mm. Mentre stendete la pasta dovete fare attenzione che non fuoriesca il burro.
Prendete adesso la sfoglia nella parte inferiore e piegatela fino ad arrivare a 2/3  della pasta poi piegate anche la parte superiore fino ad appoggarla a filo su quello inferiore. ora piegate il rettangolo su se stesso. Adesso avete ottenuto i primi 4 strati della piegatura. (YEEEEEE, momento di esultazione per tutte =) )
Pressate il panetto con le mani e tenendo ben chiuso il lato destro avvolgete il tutto nella pellicola trasparente e rimettetelo in frigo per 1 ora. Trascorsa l'ora  buttate la pellicola e rimettetevi sul piano di lavoro, ricordandovi di infarinarlo. Tenete sempre la piega sul lato destro. Tirate nuovamente l'impasto fino ad arrivare nuovamente allo spessore di 6/7 mm; piegate un terzo della pasta, partendo dal lato inferiore e portatelo al centro. Ripiegae il lato superiore fino a sovrapporre il lembo piegato precedentemente. Ed anche la piegatura a 3 strati è fatta! (DOPPIO UAU!)

Rimettete di nuovo la pellicola e il panetto in frigo per un'altra ora. Nel frattempo tritate grossolanamente il cioccolato fondente da inserire nell'impasto=)
passata anche quest'ora rimettete l'impasto sul piano di lavoro con il lato chiuso sulla destra e stendetela in entrambe le direzioni per ottenere un rettangolo di 25*40cm con uno spessore di 3/4 mm.
Tagliate il rettangolo in 2 parti uguali sulla lunghezza in modo da avere 2 rettangoli di 12*40cm. Tagliate i 2 rettangoli in 5 parti uguali sul lato lungo ottenendo una lunghezza di 8cm. Tranquille! anche io uso il metro=) Inserite il cioccolato fondente e arrotolate la pasta sul lato lungo. Una volta arrotolati ricordatevi di mettere la chiusura sul lato inferiore.

Mettete i saccottini all'interno di una placca e lasciateli lievitare ad una temp. ambiente di max 25 gradi per 2 ore e mezza. Una volta lievitati metteteli in frigorifero per mezz'ora, spennellateli con un pò di tuorlo e infornateli a forno statico preriscaldato a 190° per ca. 15/20 minuti. Sfornateli quando la superficie sarà ben dorata, lasciateli raffreddare e spolverizzateli di zucchero a velo e buon appetito amiche! La fatica vi ripagherà dopo il primo morso=)

Buona festa della liberazione!:)

READ POST

PANCAKE

La colazione perfetta quando hai solo 5 minuti ma non vuoi rinunciare al profumo del buongiorno. Sono magici perchè profumano di domenica e di relax. Puoi farne 1000 varianti e ti stupiranno sempre! Noi li amiamo con i piccoli frutti ma anche con lo sciroppo d'acero, per rendere tutto un pò piu americano, non sono niente male=) soprattutto se si sta sorseggiando il caffè e leggendo le prime notizie del giorno.

 

INGREDIENTI:   

200 GR DI FARINA "00"
2 CUCCHIAINI DI LIEVITO PER DOLCI
2 UOVA
UN PIZZICO DI SALE
UN CUCCHIAIO DI ZUCCHERO
250 ML DI LATTE
UNA NOCE DI BURRO PER SOFFRIGERE

Come anticipato la ricetta è veramente semplice e veloce da fare. Uniamo in una ciotola lievito, farina, sale e zucchero.
in un'altra ciotola montiamo tuorli e latte e poi li uniamo al composto in modo da ottenere una pastella densa e uniforme. Montiamo a neve ferma gli albumi e li incorporiamo alla pastella con movimenti dal basso verso l'altro facendo attenzione a non smontare il composo. Mettiamo sul fuoco una padella antiaderente e la sporchiamo con un po di burro ogni volta che inseriamo pastella nuova. Io vi consiglio di bagnare di burro un po di carta e passare quella velocemente su tutta la padella in modo da non lasciare troppi residui e rendere unto il pancake. Usate un piccolo mestolo come unità di misura e procedete. Una volta che il pancake sarà solidificato sulla parte inferiore e gonfio giratelo con una palettina e lasciatelo per un'altro minuto scarso per terminare la cottura.

Ora dovete solo scegliere se unire frutta, sciroppo d'acero o entrambe le cose=)

Buona domenica amiche =)

READ POST

MERINGHE RIPIENE DI PANNA

Le meringhe, quel dolce friabile che non smetteresti mai di mangiare. 
Le meringhe sono un po come il tempo, belle o brutte, cotte al punto giusto o da buttare; o vengono o smontano ancor prima di iniziare a cuocere; Potremmo discutere per ore sui metodi di preparazione, da quello "italiano" a freddo a quello "francese" con lo sciroppo di zucchero non oltre i 120°ma noi grazie ai robot da cucina, ebbene si, sto parlando del Bimby, ci sentiamo grandi chef anche solo con un metodo in stile "libro della nonna".
Certo, loro montavano e montano tutt'ora a mano gli albumi ma io personalmente duro il tempo giusto per sbattere le uova della carbonara! Non un secondo di piu =)
Con questa ricetta le meringhe diventano lucide e compatte, senza grumi ...insomma, la meringa perfetta con la ricetta perfetta! Se poi non diventano possiamo sempre dare la colpa al forno vecchio=)

 

INGREDIENTI:   

3 ALBUMI
300 GR DI ZUCCHERO A VELO
1 PIZZICO DI SALE

Iniziamo proprio dal forno, va utilizzato sempre a basse temperature, fra i 70° e i 90°, chi meglio di voi non conose il vostro forno? Mettete una temperatura che possa rimanere stabile nonostanze l'apertura lieve dello sportello. Vi svelo un segreto; dopo aver comperato un forno nuovo (immaginate l'euforia del momento, il sogno di una vita! in questo possiamo addirittura cuocere a vapore oltre che regolare l'umidità!) per le meringhe, utiliziamo quello vecchio ! 

Per prima cosa versiamo lo zucchero a velo nel bimbi e lo facciamo girare ancora per alcuni secondi, per essere sicuri di aver tolto tutti i grumi; Fatto questo aggiungete gli albumi assieme al pizzico di sale e avviate a velocità 2 per 10 minuti con una temperatura di 40°. Fate riposare per alcuni secondi l'impasto in modo da raffreddarlo e poi accendete nuovamente per altri 5 minuti (Vel 2 sempre a 40°) aggiungendo una spruzzatina di limone.
Una volta passati i 5 minuti mettete l'impasto in una sac-a-poche con la bocchetta a stella e modellate le meringhe. Noi facciamo sempre dei nidi ma con questa ricetta vengono anche dei bellissimi ciuffi e dei  bellissimi piani per torte meringate=)
Mettete le teglie in forno a 75° per circa 90 minuti controllando che le meringhe non prendano colore; prima di farle uscire aprite leggermente lo sportello per far asciugare l'impasto.
Ora non vi resta che montare la panna e unire le meringhe=) Colazione domenicale pronta!
Buon appetito amiche

Versiamo gli albumi nel boccale assieme al pizzico di sale, ed avviamo a velocità 2, 40° per 10 minuti. Facciamo riposare e raffreddare, poi facciamo girare di nuovo ancora 5 minuti a velocità 2. Trasferiamo l'impasto in un sac-a-poche con la bocchetta a stella, e modelliamo le meringhe della dimensione preferita.

READ POST

L'ORA DEL TÈ | COOKIES CIOCCOLATO BIANCO NOCCIOLE E ZENZERO


La primavera è alle porte ma il tempo non è dalla nostra.
Queste giornate grigie mettono sempre un pò di maliconia e quale modo migliore per sconfiggerla? Preparare biscotti e innondare la casa di profumi per far esplodere la primavera all'interno! 

Questi biscotti sono davvero semplici da preparare ma lo zenzero da quel tocco in piu che unito al cioccolato bianco forma uno di quei binomi perfetti che ti accorgi essere inseparabile=)

INGREDIENTI:    per ca. 25 biscotti
400 GR DI FARINA
100 GR DI ZUCCHERO
200 GR DI ZUCCHERO DI CANNA
250 GR D BURRO
2 UOVA
1 CUCCHIAINO DI ESTRATTO DI VANIGLIA
1 PIZZICO DI SALE
100 GR DI CIOCCOLATO BIANCO
100 GR DI NOCCIOLE
6 GR DI LIEVITO PER DOLCI
1 CUCCHIAIO DI ZENZERO TRITATO

Come vi ho gia detto questi biscotti sono veramente facili da fare, una ricetta da mettere nel robot mentre finalmente trovi quei 5 minuti per leggere il capitolo successivo di quel libro che ormai staziona sul tavolino del salotto da piu di una settimana!

Inserite nella planetaria burro e zucchero fino ad ottenere una crema. aggiungete poi una alla volta le uova e la vanilia. Una volta amalgamate unite anche farina, sale, zenzero e lievito. Nel frattempo tritate grossolamanente cioccolato e nocciole. Unite anche queste ultime all'impasto toglietelo dalla planetaria e lavoratelo a mano per omogenizzarlo. Dividete in 4 l'impasto e formate dei rotoli del diametro di circa 5 cm e metteteli in frigo per un ora.
Qui arriva il bello, aprite il libro e immergetevi nella storia fino a quando l'ora non sarà trascorsa senza dimenticarvi di preriscaldare il forno a 170°C.
Una volta trascorsa l'ora togliete i rotoli dal frigo e tagliateli a rondelle dello spessore di circa 0.7cm. Disponeteli sule placche ricoperte da carta forno e cuoceteli per 10-15min fino a quando non saranno dorati.

 

Questi biscotti sono deliziosi in qualsiasi infuso alla frutta ma come sapere quelli ai frutti rossi sono i nostri preferiti=)
Buon relax dolcezze :*

 

READ POST

L'ORA DEL TÈ | BACI DI DAMA

BACI DI DAMA

 

INGREDIENTI:    per ca. 30 tartufi
240 GR DI FARINA
200 GR DI ZUCCHERO
200 GR DI MANDORLE
200 GR D BURRO
1 UOVO E 1 TUORLO
1 FIALETTA AROMA MANDORLA
100 GR CIOCCOLATO FONDENTE PER FARCIRE *
A piacimento potete farcire anche con cioccolato al Gianduia, bianco o Nutella.

Ci sono molte ricette per i baci di dama, chi con le nocciole, chi con la farina di mais chi con il cacao nell’impasto.  A me piace usare la ricetta del libro della nonna, scritta a penna, un po’ sbiadita dal tempo su pagine rovinare dalla farina e dalle uova dei miei malanni. Quelle ricette che fai perché capiti su quella pagina per caso e rivivi 1000 emozioni in un secondo.

 

Il primo segreto è non mettere le mandorle nel mixer, infatti la nonna le pestava con un mattarello dentro allo strofinaccio cosi rimanevano dei pezzetti più grandi.
Mettetele poi in una ciotola con un po’ di zucchero  per far asciugare l’olio che perdono.
Dopo aver mescolato unite tutti gli ingredienti e impastate fino ad ottenere un composto abbastanza compatto. (se dovesse risultare molle basterà farlo riposare in frigo per un’oretta).
Segreto numero due. Fare le palline il più veloce possibile per non riscaldare il burro ed evitare che i nostri baci di dama si trasformino in maccaron =)
Il metodo che uso io è quello di fare dei piccoli salamini e allungarli e poi tagliare dei pezzetti per fare le palline (come per fare gli gnocchi). Altro metodo è quello di stendere la pasta e con uno stampino creare dei piccoli cerchi da rendere poi sferici in un secondo momento. A voi la scelta, fatemi sapere cosa vi riesce=)
Posizionate le palline su teglie ricoperte di carta forno e mettete a cuocere.
Terzo segreto. Forno ben caldo. 180°C per 10-15 minuti. Se il vostro forno è ventilato invece vi consiglio di abbassare la temperatura a 140°C ed arrivare fino ai 20 min di cottura.
Quarto segreto. Dovete sfornare i biscotti leggermente indietro di cottura; mi spiego meglio. Dovranno essere chiari e friabili.
Sfornate, lasciate raffreddare e mentre aspettate mettete il cioccolato a bagnomaria. Una volta freddi farciteli unendoli due a due. Lasciate raffreddare il cioccolato e serviteli con un tè ai frutti di bosco.
Quinto segreto. Tenere sottochiave causa scomparsa immediata=)

 

Accompagnate questi biscotti con un tè fruttato e la primavera vi esploderà in bocca! Io amo accompagnarli con tè al gusto di torta di ciliegie.

READ POST

L'ORA DEL TÈ | SABLÈ AL CIOCCOLATO E CARDAMOMO

SABLÈ AL CIOCCOLATO E CARDAMOMO

 

INGREDIENTI:    per ca. 30 biscotti
100GR DI BURRO MORBIDO
150 GR DI ZUCCHERO A VELO
280 FARINA BIANCA 00
2 UOVA
0.6 DL DI LATTE
15 GR DI CACAO AMARO
1 CUCCHIAIO DI SEMI DI CARDAMOMO (1-2 BACCHE)

 

Questi biscotti nascono per caso dai pasticci in cucina, la forma è classica e ricorda le merende dei bambini ma il gusto che avvolgerà il vostro palato vi farà viaggiare nel tempo.
Inserite nel mixer zucchero e semi di cardamomo, azionate per alcuni secondi. Spegnete e aggiungete 150 gr di farina, 50 gr di burro, 1 uovo e 0.2 dl di latte.
Riazionate il mixer fino ad ottenere una massa. Lavoratela un po’ a mano per amalgamare il tutto, avvolgetela nella pellicola e lasciatela riposare in frigo.
Senza rilavare il mixer inserite tutti gli ingredienti mancanti (farina, burro, zucchero, uova, latte e cacao) e lavoratelo come il precedente.
Passata un’ora stendete i due impasti fino ad arrivare all’altezza di ½ cm. formando un rettangolo. Posizionateli poi uno sopra l’altro e arrotolateli su sè stessi per formare un cilindro. Mettete nuovamente della pellicola e lasciatelo riposare mezz’oretta in frigo.
Tagliate il cilindro in fette da ½ cm e adagiatele sulle placche coperte da carta forno.
Cuocere a 180°C per circa 10 minuti.

A me piacciono accompagnati con del tè verde per risaltarne l’aroma e viaggiare con la mente.

Buon tè amichè :*

READ POST

L'ORA DEL TÈ | SHORTBREAD AI CRANBERRY, MANDORLE E ARANCIA

La primavera è alle porte, i fiori sbocciano e profumano i nostri ambienti. Anche a Berry House è arrivata l’ora del tè. Si, perché questa bevanda ha rapito anche i nostri cuori pulsanti di caffè. Alle erbe, alla frutta, con aromi di spezie; insomma che siano tè neri, bianchi, verdi o oolong sono sempre apprezzati se accompagnano con due chiacchiere con la propria amica.  
Quindi ragazze armatevi di grembiule e mattarello perché oggi vi propongo una carrellata di biscotti da servire alle vostre amiche e perché no magari anche per un regalo stile “homemade”.

 

SHORTBREAD AI CRANBERRY, MANDORLE E ARANCIA

INGREDIENTI:    per ca. 35 biscotti
250GR DI BURRO MORBIDO
150 GR DI ZUCCHERO A VELO
300 FARINA BIANCA 00
100 GR DI MIRTILLI ROSSI ESSICCATI
75 GR DI MANDORLE
1 PIZZICO DI SALE
LA SCORZA DI META’ ARANCIO GRATUGIATA
*i mirtilli rossi sono difficili da trovare, potete sempre attingere da berryhouse (spedizioni gratuite, scrivetemi a info@berryhouse.it ) =) altrimenti potete personalizzare la ricetta con dell’uvetta sultanina; in questo caso vi consiglio però di mettere un pò meno zucchero all’impasto=)

Fare i biscotti mi mette sempre allegria, non vedo l’ora di assaggiarli e di sentire i nuovi abbinamenti con i diversi aromi. Farli provare ai nostri ospiti poi è la cosa piu gratificante! Quando chiedono di poterli portare a casa capisci quanto sono buoni infatti a casa non mancano mai; l’unica pecca, uno tira l’altro =)
Prepararli è davvero semplice! In una ciotola montate il burro con le fruste fino ad ottenere una crema, incorporate quindi lo zucchero (vi risulterà piu comodo se avete un mixer mixarlo per ottenere una polvere piu sottile che non disturberà l’impasto) e la scorza dell’arancio precedentemente lavato. Mescolate il tutto e aggiungete a cucchiaiate la farina e il sale, quando l’impasto sarà amalgamato inserite i mirtilli rossi essiccati e le mandorle tritate grossolanamente (il mio consiglio è di lasciare dei pezzetti piu grandi così da poterli sentire sotto i denti una volta cotti i biscotti).
Quando il composto è amalgamato mettetelo sul piano di lavoro infarinato e create un salame con un diametro di 4/5 cm, avvolgetelo nella pellicola e lasciatelo riposare 1 oretta in frigo.
Una volta pronto tagliate il cilindro a fette (ca. 8 mm) e disponetele sulla placca ricoperta da carta forno.
Preriscaldate il forno e infornate a 175°C per circa 10-15 minuti

 

Per un regalo vi consiglio di accoppiare questi biscotti con un tè oolong. Questo tè ha un gusto tenue, leggermente fruttato.
Un’altra idea potrebbe essere quella di regalare la miscela per i biscotti in vaso cosi la vostra amica potrà cimentarsi nella ricetta=) Per info scrivi a info@berryhouse.it
Ho scoperto poi in erboristeria che uno sei suoi benefici è quello di migliorare la pelle e depurarci aiutandoci a perdere i kili di troppo! Ottimo quindi se anche il vostro inconveniente è l’uno tira l’altro=)  

Questi biscotti ti sono piaciuti? Pubblica le tue foto su instagram con l’hastag BerryHouse, la foto piu bella verrà usata sui prossimi post!

Qui sopra scoprite le ricette degli altri biscotti da tè di Berry House!

READ POST

CROSTATA

La crostata, qualunque sia il suo ripieno, è sempre la piu amata! Si prepara in fretta è golosa e anche genuina! 

INGREDIENTI:
300 GR DI FARINA BIANCA 00
70 GR DI ZUCCHERO
1 PIZZICO DI SALE
1UOVO e 1 TUORLO
130 GR DI BURRO

PER IL RIPIENO:
La fantasia è la padrona=) A noi piace con la confettura di fragola o ciliegia e cacao ma quando siamo piu tristi e dobbiamo tirarci su rubiamo la nutella dal cassetto dei dolci. A voi come piace?

Fare la pasta frolla è veramente semplice, basta unire tutti gli igredienti a freddo e lavorarli bene fino ad ottenere un impasto morbido.
La parte piu divertente è la copertura perchè possiamo sbizzarrirci con 1000 decorazioni fra treccine, fiori, cuori, griglie e chi piu ne a piu ne metta!
Una volta fatto l'impasto usatene 2/3 per la base e i bordi della crostata e 1 terzo per la decorazione della copertura. Mi raccomando imburrate e infarinate anche qui la tortiera=)
Una volta pronta infiliamola in forno preriscaldato a 180°C per 20 minuti ca.

Per le confetture potete sempre venire a trovarci o scriverci a info@berryhouse.it , le spedizioni sono gratuite!

Buona crostata amiche 

 

READ POST

TORTA DI CAROTE

INGREDIENTI:      
300 GR DI MANDORLE
300 GR DI ZUCCHERO
300 GR DI CAROTE (gia pelate)
SCORZA DI 1 LIMONE
4 UOVA
80 GR DI FARINA
1 BUSTINA DI LIEVITO PER DOLCI
1 PIZZICO DI SALE

Iniziamo tritando le nocciole. In un altra ciotola inseriamo lo zucchero e le scorze del limone (se avete un Robot da cucina vi consiglio di polverizzare lo zucchero cosi da non incorrere in eventuali grumi).
Con l'aiuto di una gratugia rendiamo in poltiglia le carote (solo dopo averle ben pulite e sbucciate). Aggiungiamo alle carote lo zucchero polverizzato e le uova. Mescoliamo energicamente e aggiungiamo poco alla volta anche le mandorle tritate ed il sale. Mi è capitato poco tempo fa di dover fare la torta e non avere tutte le mandorle necessarie così, improvvisando, ho inserito 150 gr di mandorle e 150 gr di nocciole. Il risultato? Ancora piu buona della ricetta originale, molto morbida anche dopo 4 giorni! Provare per credere!!
 Bando alle ciance, la torta deve essere messa in forno!! Mescoliamo ancora energicamente fino ad ottenere un impasto uniforme e aggiungiamo prima la farina e poi il lievito.
Ancora due tre colpi di mestolo e inforniamo dopo aver imburrato e infarinato  la teglia. Io consiglio di usarne una dal diametro di 26/28 cm cosi da poter avere una torta comunque alta ma ben cotta!
Per i primi 10 minuti inseriamo la torta in forno preriscaldato a 160°C, aumentiamo poi a 180°C circa per altri 40 minuti.
Una volta cotta togliamo la torta dal forno, lasciamo raffreddare e spolveriamo con zucchero a velo!

Questa torta è davvero buona servita cosi, senza bisogno di null'altro. Da la giusta carica mangiata a colazione! un modo per renderla ottima anche come dolce da merenda è quello di tagliarla e inserire al suo interno una confettura di carote e limone. Questa confettura oltre ad essere buonissima è anche semplicissima da fare! Qui sotto trovate la ricetta. Se siete di corsa e avete giusto il tempo per infornare la torta potete sempre passare a comperare la nostra ;)

CONFETTURA DI CAROTE E LIMONE   *Circa 1 kg di confettura

  • 500 g di carote gia pulite e pelate
  • 4 limoni bio
  • 500 g di zucchero

Iniziamo sbucciando le carote e tagliandole a rondelle dallo spessore di circa 0.5mm e buttandole in una pentola. Aiutandoci con il pelapatate togliamo la scorza dei limoni (2 sono sufficienti) stando attenti a non togliere anche la parte bianca (sempre dopo averli opportunamente lavati).Tagliuzziamo le scorzette di limone e inseriamole nella padella assieme alle carote. Prendiamo ora anche gli altri 2 limoni e spremiamone il succo, versiamo anche questo nella padella. Mettiamo il coperchio e accendiamo il fuoco a fiamma bassa, attendiamo fino a quanto le carote non saranno cotte (circa 15 minuti). Per verificare se le carote sono cotte o meno basterà inserire nelle rondelle le punte della forchetta; quando saranno morbide e la forchetta le infilzerà senza pressione saranno pronte. Togliamo la pentola dal fuoco e passate il composto con un frullatore ad immersione, fino ad ottenere una crema densa e omogenea di carote e limone. A questo punto aggiungiamo lo zucchero, continuiamo a frullare e versiamo nuovamente il composto nella padella. Ora dobbiamo aspettare che bolla. Una volta arrivata al bollore, tenendola sempre a fiamma bassa, dobbiamo aspettare circa 25 minuti, mescolando di tanto in tanto per evitare attaccature sul fondo della padella! Ricordatevi di fare la prova del piattino (versate un po di confettura sul piattino e inclinatelo, se la confettura si muove piano e in blocco allora sarà pronta altrimenti dovrete continuare a cuocerla).
NB: la confettura non sarà mai solida in padella, non preoccupatevi,dovrà infatti raffreddare per divenire consistente.Non fatevi ingannare dall'aspetto o rischierete di bruciarla o cuocerla troppo=)
Vi consiglio di inserire in vasetti la confettura cosi da averla in porzioni giuste per i vostri ripieni o semplicemente da tenere in frigo da mangiare a cucchiaiate sia a colazione che per un aperitivo fra amici abbinata a formaggi e salumi.

PS: Non avendo inserito alcun tipo di conservante vi ricordo che una volta aperti i vasetti dovranno essere consumati nell'arco di una settimana. Inoltre è molto importante subito dopo averli chiusi bollirli per sterilizzarli (5 minuti sommersi in acqua bollente).

Spero questa ricetta faccia al caso vostro!
Buon appetito amiche ;*

READ POST

Pages